La croccantezza è importante

Originally published on the 17.01.2016. Original English version here.

Quindi! Queste sono un paio di considerazioni, una che volevo scrivere molto prima di Colonia ma per cui non ho avuto tempo, e una che è saltata fuori nella mia mente più tardi ma che penso sia valida per ogni momento. Ho deciso di dividerle in due post per non averne uno troppo lungo.

Ho già parlato di questo argomento in Islam o un forte Occidente?, ma credo che meriti più attenzione. Da un po’ di tempo ora, e registrando un picco dopo le aggressioni sessuali, molestie e rapine di Colonia, viene sempre più sollevato il seguente contrasto: i “fascisti buoni” contro gli “immigrati/rifugiati cattivi”. Qualche tempo fa, prima di Colonia, ho anche visto una vignetta terribilmente squallida spuntata sulla mia sezione notizie di Facebook, che mi sarebbe piaciuto copiare qui per farvela vedere, così che non pensiate che sia allucinato (più del solito intendo). Sfortunatamente chi ha postato la vignetta sembra anche averla rimossa e non sono stato in grado di ritrovarla su Google, cosa per la quale suppongo dovrei essere felice. La vignetta rappresentava un uomo bianco e alto, pelato (nel caso non lo sapeste essere senza capelli è usato in certi ambienti per indicare appartenenza a gruppi neo-fascisti/neo-nazisti), con una camicia nera (di nuovo un simbolo del fascismo) che tira un pugno in faccia a un uomo nero, basso, grasso e piuttosto ridicolo. Sulla vignetta stava la scritta: “Massacra gli stupratori! Qui non siamo in Africa!”. In un angolo della foto una bandiera italiana con un’aquila nera sulla striscia bianca: la bandiera italiana fascista da combattimento.

Voglio dire, siamo a questo punto. Ok, siamo sempre stati a questo punto, ma adesso credo che stia degenerando. Se pensate che quel post stesse solo venendo da un paio di persone folli e non rappresenti il modo di pensare generale al momento, vi invito a ricordare Trump.
Quello che tutta questa gente sembra dimenticare, o magari dall’abisso della loro ignoranza semplicemente non lo sanno, è che i fascisti sono sessisti. Il fascismo è basato sull’idea che la tua nazione sia assolutamente la migliore; sul disprezzo di altre “razze” diverse da quella che è predominante nella tua nazione; sul disprezzo di qualunque cosa sia diversa non importa come; sulla glorificazione della vita militare e il disdegno di tutto ciò che è debole e non grande e forte; usano lo stupro come arma militare, considerano gli omosessuali sporchi pervertiti o errori della natura e le donne forni per i marmocchi o stupide principesse rosa da salvare e conquistare, se siamo davvero fortunati. Non è un caso che tutte le donne occidentali che conosco che supportano il fascismo o ideologie di estrema destra non siano nemmeno capaci di pulirsi il culo se non c’è un cazzo a ronzare attorno a loro. Rigorosamente un cazzo bianco, per essere perfettamente chiari. I fascisti sono contro lo stupro di donne nel loro paese se commesso da stranieri perché vogliono avere il diritto esclusivo di stuprare le “loro” donne. Infatti, avete mai notato che i termini “le nostre donne” o “le loro donne” sono molto usati in questo contesto?
Quando vi propongono il dualismo fascismo o invasione islamica, vi stanno chiedendo: Quale sessista volete avere? Il sessista bianco o il sessista marrone? Il sessista cristiano o il sessista musulmano? Che ne dite di un sessista ebreo, tanto per cambiare? O un sessista di razza mista? Wow, quello sarebbe stravolgente. Cosa volete che indossi? Barba lunga e tunica o un’uniforme piena di medaglie? Io, per me, so che tipo di sessista mi piace. Nero, ancora caldo e fumante, e soprattutto croccante. La croccantezza è importante.

Advertisements

2 thoughts on “La croccantezza è importante

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s